venerdì 10 settembre 2021

Il popolo del No Tutto

 


Il popolo del No Tutto

 Per i vari esponenti testardi, bastian contrari a prescindere, negazionisti incaponiti, amanti non della libertà, ma del libertarismo, i No a tutto e a tutti, vaccini, mascherine, distanziamento, Green pass e simili, queste sono tutte invenzioni, assolutamente inutili e deleterie, liberticide, da governo di dittatura e tirannia, quello che ci ha coatti ai domiciliari da mesi e mesi. Per tutti costoro, io proporrei una legge che li obblighi al vaccino, pena il pagamento di tutte le loro cure ospedaliere e di riabilitazione. Per me, risultano come tendente all'omicidio sanitario colposo, pericolosi per sé e per la comunità. L'alibi che questa gente ripete a vanvera è una loro libera e volutamente distorta interpretazione dell'art. 32 della Costituzione.

Certamente si è “liberi” di guidare a fari spenti nella notte, come cantava Battisti, di non indossare le cinture sulle auto, di pedalare in bici, la notte, senza fanalini accesi. Ma gli incidenti susseguenti non riguardano solo chi li ha provocati, i loro costi ricadono su tutta la comunità. E se si potesse risalire a chi ha diffuso il contagio, gli si dovrebbero richiedere le spese per il grave danno provocato. Chi poi lavora nella scuola e nel comparto sanitario, pubblico o privato, non può assolutamente evitare le vaccinazioni, pena l'allontanamento dal luogo di lavoro. Eppure, anche solo a Parma, sono numerosi, almeno 850, gli appartenenti a queste categorie non ancora vaccinati, ma sembra che i sanzionatori siano di manica fratesca. Resta comunque il fatto che quasi tutti i ricoverati per Covid sono non vaccinati, e molti sono morti.

Franco Bifani


2 commenti:

  1. La Libertà sta divorando sé stessa.

    RispondiElimina
  2. Roberta Taccagni10 settembre 2021 17:13

    La tua libertà non deve ledere la mia, altrimenti non è libertà.

    RispondiElimina