domenica 26 maggio 2019

Amministrative 2019: dati affluenza e risultati

Fonte la Gazzetta di Parma 28/05/2019
Con il 58,27% dei voti Andrea Massari si conferma  alla carica di Sindaco al primo turno. 
Resta inespugnata la roccaforte di Castione unico seggio che ha aperto le porte ad Andrea Scarabelli.




MASSARI ANDREA        8299     58,16 %
SCARABELLI ANDREA 4815     33,74 %
MOSCHINI MAURIZIO    647       4,53 %
 AIELLO DANIELE              508        3,56 %

AFFLUENZA ORE 23.00

Europee 72,44% ( prec. 72,54%)

Elettori: 20.265
Votanti: (72,44%) 14.679
Schede nulle 264
Schede bianche 249
Schede contestate 2

Comunali 71,01% (prec. 71,49)
Hanno votato: 14.750 (provvisorio)
Totale elettori: 20.633

La proiezione puramente numerica dei dati risultanti dallo spoglio delle schede per l'Europa indica un'affermazione netta del Centrodestra. L'"effetto comunali" potrebbe tuttavia spostare anche significativamente le percentuali e si andrà al ballottaggio.

Elezioni europee - Risultato nazionale

LEGA SALVINI PREMIER                  9.153.634 34,33 %
PARTITO DEMOCRATICO                 6.050.351 22,69 %
MOVIMENTO 5 STELLE                     4.552.527 17,07 %
FORZA ITALIA                                       2.344.465   8,79 %
FRATELLI D'ITALIA                             1.723.232   6,46 %
        Altri                                                                           10,65 %










17 commenti:

  1. Les jeux sont faits.

    RispondiElimina
  2. Risposte
    1. Perché ci sarebbe in giro tristezza, Andrea? Ce lo spieghi meglio?

      Elimina
    2. bhe basta guardare l'esito dell'elezioni comunali....

      Elimina
    3. C’è chi gode e chi è triste, c’est la vie

      Elimina
    4. Bhe se godono nel fare imbruttire fidenza...xchè fidenza negli ultimi 20 anni si è imbruttita parecchio.
      Basta cercare con google le foto di fidenza vecchie...quando davanti al coppola c'erano le panchine...davanti la stazione c'era la fontana coi pesci rossi (oggi è una distesa enorme di cemento...sempre vuota) un centro che è praticamente una desolazione..un ghetto è diventato. Vicino gli ecomostri c'è sporcizia...un degrado.
      Per non parlare della ztl. Dannosa. Conosco paesi in cui non è stata fatta nessuna isola pedonale ed è tutta un'altra cosa.
      Viabilità da fare schifo. Se tu chiudi il centro e le strade bhe poi è ovvio che la gente percorre sempre le solite due tre strade rimaste. Siamo 25.000 abitanti...vogliono scopiazzare milano con idee strampalate del tipo: parcheggi fuori dal centro della città. Bah....

      Elimina
    5. Andrea, lei ha ragione da vendere, molti fidentini hanno la memoria corta, si sono già scordati che la responsabilità di cotante brutture é in larga parte attribuibile alle forze che, ancora una volta, governeranno nei prossimi 5 anni.

      Elimina
    6. spesso mi chiedo se ci sarà qualcuno che si farà una biciclettata salso-outlet...mah che idee geniali veramente

      Elimina
    7. Andrea, io preferirei un monopattino, in questi giorni di pioggia, anche un pedalò.

      Elimina
    8. con tutta l'acqua che è venuta zo ... mo ghè mel!

      Elimina
    9. Oppure, Andrea, optiamo per i barconi, così ci viene a soccorrere la Styron Watch, all’Outlet.

      Elimina
  3. Marisa Guidorzi27 maggio 2019 23:52

    Chi vince e chi perde. Il ruolo degli sconfitti viene sottovalutato,ma spetta a loro motivare ed agitare l'azione di chi si è aggiudicato il primo posto, affinché attui quanto ha promesso, ricordi bene, non solo a chi l'ha votato, ma a tutti i cittadini.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Andrea Cabassa29 maggio 2019 13:31

      "motivare ed agitare l'azione"
      veramente più che motivare alcune azioni andrebbero bloccate tipo
      caserma carabinieri in luogo infelicissimo, spostarla nell'ex solari insieme alla polizia e lo scheletro smontarlo lasciando uno o due piani oltre a quello interrato per ricavare garage e posteggi in una zona decisamente scoperta.
      sottopasso di via mascagni in zona decisamente infelice oltretutto senza la strada che gira dietro la scuola si portano i veicoli davanti all'agraria, da spostare al foro boario avvicinandolo al centro e al parcheggio bus che andava fatto nell'ex scalo merci.
      tutto da rivedere lo spostamento del cup e punto prelievi nella casa della salute situata in una posizione che definire assurda è il minimo, ok per le prenotazioni che si possono fare on line ma i prelievi ancora non si fanno in wi.fi e sono curioso di vedere dove gli utenti parcheggeranno, considerando che da san michele il parcheggio era sempre pieno

      Elimina
    2. InTerragli, sono da demolire, chiamando Coppe, così come la futura caserma CC, dove ci vorrebbero delle auto, per uscire senza bloccare la Via Emilia. Per il Cup e il Centro prelievi,si consigliano infermieri a domicilio. Il parcheggio del Cup sembrava il risultato di un bombardamento a tappeto, dopo un acquazzone c’erano ameni laghi profondi un metro.

      Elimina
    3. Mi è scappato che per i CC ci vorrebbero elicotteri, non auto, per uscire dal nuovo casermone mostruoso. .

      Elimina
    4. le idee di cabassa mi piacciono e le trovo sensate
      un parcheggio nella zona di via mascagni è inutile (lo dice anche mio babbo)

      Elimina
  4. Ben detto, Marisa, sono decenni che non si fa che ascoltare, dai politici, altro che promesse da marinaio. Shakespeare scrisse, in Amleto, che il politico è un uomo capace di ingannare anche Dio. E Kruscev, nel 1960, in visita negli USA, lo definì uno capace di costruire ponti dove non c’è acqua.

    RispondiElimina

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi