sabato 18 maggio 2019

Soragna: un Volo di ricordi nel nome di Massimo e Pierino Verduri, piloti

Il M.llo Verduri davanti al suo S.M.79
Se l'inaugurazione di un parco giochi può sembrare una notizia bella ma ordinaria vuol dire che non siamo a Soragna dove talvolta l'ordinario diventa straordinario per la sorprendente permanenza di emozioni legate ai ricordi.
E' stato così sabato 11 maggio quando il sole, così avaro in questo maggio freddo e piovoso, ha baciato la lunga cerimonia, organizzata dai nuclei dell’Arma Azzurra di Fidenza e Soragna, con la collaborazione della sezione locale degli Alpini e il patrocinio dell’amministrazione soragnese, in onore dei fratelli Massimo e Pierino Verduri, piloti militari negli anni difficili.



Pierino Verduri durante un’esercitazione
 La Cerimonia è iniziata alle 10 con lo spettacolare lancio dei paracadutisti del gruppo Folgore che, provenienti dal campo di Cremona, hanno portato dal cielo la Bandiera Italiana che poi verrà alzata in forma solenne.
Alzabandiera, l’inaugurazione del parco e benedizione del nuovo labaro del nucleo di Soragna dell’Arma Aeronautica, intitolato anch'esso a Massimo e Pierino Verduri, sono stati i momenti forti della prima parte della giornata unitamente agli interventi di saluto, di ringraziamento e di ricordo.
La Fanfara dell’Aeronautica ha sottolineato questi momenti precedendo poi la sfilata del corteo diretto al Parco del Monumento ai Caduti per la deposizione della corona di alloro.
Sempre la Fanfara ha preceduto il corteo che, dal parco, si è portati alla Rocca Meli Lupi di Soragna, dove, nel cortile interno, si è tenuto il concerto. 
Non sono mancate iniziative anche in piazza Garibaldi, dove erano a disposizione del pubblico simulatore di volo, stand e mostre legate ai temi e alle attività dell’Aeronautica. 
Al termine del concerto, dopo la consegna di omaggi agli ospiti, è stata presentata una pubblicazione, che allego in formato PDF, relativa ai fratelli Verduri e alle vicende di guerra in cui i due soragnesi operarono come combattenti e dalla quale Pierino non tornò.

Chi c'era? 
Soragna innanzitutto e poi i figli di Massimo Verduri, Silvia, Piera e Pier Ugo, e tanti altri che Silvia Verduri ha ricordato nel ringraziare i presenti: il Generale di brigata aerea Carlo Calatroni, Presidente regionale dell’Associazione Arma Aeronautica, il Sindaco di Soragna Salvatore Iaconi Farina unitamente alla Giunta Comunale, il Colonnello Alberto Bianchi dell’Associazione Arma Aeronautica che ha proposto la ricostituzione del nucleo di Soragna, il principe Diofebo Meli Lupi che ha aperto la sua dimora, i paracadutisti del Gruppo Folgore e la Fanfara dell’Arma Aeronautica, le Associazioni civili e d'arma, gli alunni della Terza Media che hanno letto la poesia che Luigi Faroldi ha dedicato ai “voli” nel cielo di Soragna di Massimo Verduri.

Mi limito a queste note di cronaca e, rinviando il lettore alla lettura dell'allegata pubblicazione, lascio alle immagini il compito di documentare visivamente la giornata.
Ambrogio Ponzi 

















Una delegazione fidentina ha accompagnato la cerimonia
con la Bandiera della Sezione Combattenti e Reduci  ed
 il labaro dell'Associazione Provinciale.

Nessun commento:

Posta un commento

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi