mercoledì 15 maggio 2013

Ivano si confessa: non ci resta che piangere


E' di oggi la pubblicazione nella rubrica "Le interviste di Pramzanblog" di un'intervista di Achille Mezzadri a Ivano Sartori il nostro concittadino "anima" di "Nave corsara" e giornalista che ha alle spalle  un’onorevolissima militanza alla Rusconi, alla Class e alla Mondadori.
Già nella presentazione Mezzadri ci fa entrare in quello che sarà poi sviluppato ampiamente nell'intervista, che così riassume con le parole di Ivano stesso:  “Cerco, assieme ad altri amici, di raccontare la città scoprendone le magagne, ma non mi considero né un disfattista, né un bastian contrario” - “Questa è una città che muore: il centro si è svuotato, ci sono duemila appartamenti sfitti, le industrie chiudono, la cementificazione invade le campagne, il teatro langue, così come lo sport, la politica è in crisi e non si sa da dove possa arrivare il vento nuovo: qui non attecchisce niente”
Pur temendo di essere tacciato di induzione alla depressione vi consiglio la lettura dell'intervista completa, ricca di contenuti e di immagini.






Alla fine dell'analisi Mezzadri tenta la carta del futuro ma la risposta è inequivocabile: "Io, francamente, non so dove possa cominciare il rilancio di Fidenza. Il futuro lo vedo male"
Ma allora, si chiede Achille Mezzadri, " ... la politica borghigiana non è in grado di rimettere le cose a posto?" Ed ecco la risposta "La politica? dalla politica non mi aspetto un gran che. È entrato in crisi il Pd, è in crisi il Pdl. Non so da che parte possa arrivare il vento nuovo. Perché qui non attecchisce niente...".


Ma per fortuna che c’è Nave Corsara butta lì in un estremo sforzo Achille Mezzadri e stavolta ottiene un sospiro: "Sì, per la verità Nave Corsara vorrebbe raccontare la città senza spirito polemico, perché io non voglio fare la figura del disfattista, del bastian contrario, ma come si fa a mandare giù tutto...". 


Nessun commento:

Posta un commento

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi